Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Probenecid associato a ridotto rischio di malattia cardiovascolare nei pazienti con gotta


I pazienti con gotta che erano stati trattati con Probenecid hanno presentato un rischio moderatamente diminuito di eventi cardiovascolari tra cui infarto del miocardio, ictus e riacutizzazione di insufficienza cardiaca, rispetto a quelli trattati con Allopurinolo.

L'infiammazione gioca un ruolo fondamentale nella patogenesi della gotta e della malattia cardiovascolare.
In particolare, l'interleuchina-1 beta ( IL-1b ) è la principale citochina coinvolta nella patogenesi della gotta.
Probenecid abbassa l'acido urico sierico bloccando la ricaptazione di acido urico a livello renale e può esibire un effetto antinfiammatorio attraverso la sua inibizione dei canali pannexina 1, riducendo in tal modo IL-1b.
Pertanto, è plausibile ipotizzare che il Probenecid possa avere effetti cardioprotettivi nei pazienti affetti da gotta.

Sebbene sia il Probenecid sia l'Allopurinolo sono disponibili da lungo tempo per i pazienti con gotta, questo studio è il primo a valutare l'effetto cardiovascolare del Probenecid, rispetto all'Allopurinolo, in una coorte rappresentativa della popolazione.

Per determinare la relativa sicurezza cardiovascolare di Probenecid e Allopurinolo, i ricercatori hanno valutato i dati relativi a Medicare A, B e D, dal 2008 al 2013, concentrandosi sui pazienti con gotta che hanno ricevuto uno dei due farmaci.
Sono stati identificati 9.722 pazienti che hanno iniziato ad assumere il Probenecid, e li hanno abbinati a 29.166 pazienti che avevano ricevuto Allopurinolo.

L'endpoint primario dello studio era l'ospedalizzazione per infarto miocardico o ictus; la rivascolarizzazione coronarica, l'insufficienza cardiaca e la mortalità erano esiti secondari.
Sono stati stimati i tassi di incidenza e i rapporti di rischio ( hazard ratio ) di ogni endpoint primario e secondario.

Il tasso di incidenza dell'endpoint primario composito di infarto miocardico o ictus per 100 persone-anno è stato pari a 2.36 nel gruppo trattato con Probenecid e di 2.83 nella coorte Allopurinolo ( HR = 0.8; IC 95%, 0.69-0.93 ).
Inoltre, il Probenecid era associato a un ridotto rischio di infarto miocardico, ictus, esacerbazione dell'insufficienza cardiaca e mortalità rispetto all'Allopurinolo.
I risultati erano coerenti nelle analisi dei sottogruppi di pazienti che al basale erano privi di malattia cardiovascolare o di malattia renale cronica.

Da questo ampio studio di coorte su 38.888 pazienti con gotta, il Probenecid è risultato associato a un rischio moderatamente inferiore di eventi cardiovascolari, tra cui infarto miocardico, ictus e insufficienza cardiaca, rispetto all'Allopurinolo, l'inibitore della xantina ossidasi più comunemente usato per la gotta.

Lo studio presenta limitazioni tipiche degli studi osservazionali sui farmaci, tra cui confondimento e aderenza subottimale al trattamento; data l'elevata morbilità e mortalità cardiovascolare nei pazienti con gotta, i potenziali, positivi, effetti cardiovascolari del Probenecid dovrebbero essere ulteriormente esaminati. ( Xagena2018 )

Fonte: Journal of the American College of Cardiology, 2018

Cardio2018 Reuma2018 Uro2018 Farma2018


Indietro