Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Alto tasso di remissione senza farmaci dopo la terapia di induzione con Golimumab nella spondiloartrite periferica precoce


Nuovi algoritmi di trattamento che utilizzano bloccanti del fattore di necrosi tumorale ( TNF ) nelle prime fasi della spondiloartrite ( SpA ) inducono alti tassi di remissione clinica o bassa attività della malattia.
Si potrebbe anticipare che simili strategie di intervento precoce in ambito periferico possano indurre remissione senza farmaci.

Uno studio ha valutato la remissione clinica priva di farmaci dopo la terapia di induzione con Golimumab ( Simponi ) in pazienti con spondiloartrite periferica attiva molto precoce e ha identificato le caratteristiche del paziente che prevedono una remissione prolungata senza farmaci.

I pazienti eleggibili avevano età a partire da 18 anni e soddisfacevano i criteri ASAS ( Assessment of SpondyloArthritis international Society ) per la spondiloartrite periferica.
Tutti i pazienti presentavano una durata dei sintomi inferiore a 12 settimane.
La remissione clinica sostenuta è stata definita come l'assenza di artrite, entesite e dattilite in due visite consecutive, dopo le quali il trattamento è stato sospeso.
I pazienti sono stati seguiti in modo prospettico per valutare il tasso di remissione clinica priva di farmaci e recidiva clinica.

L'82% dei pazienti ( 49 su 60 ) ha soddisfatto i criteri di remissione clinica sostenuti dopo un regime di terapia di induzione con Golimumab.
La maggior parte dei pazienti ha già raggiunto questo stato alla settimana 24 ( n=30 ), con ulteriori 11 e 8 pazienti alla settimana 36 e 48, rispettivamente.
Tutti i pazienti hanno avuto un periodo di follow-up di almeno 18 mesi dopo l'interruzione del farmaco.

Il 53% dei pazienti ( 26 su 49 ) aveva ancora remissione della malattia senza farmaci.

L'incapacità di sostenere la remissione senza farmaci è stata associata alla presenza di psoriasi e malattia poliarticolare ( conta delle articolazioni gonfie superiore a 5 ).

In conclusione, il trattamento anti-TNF nella spondiloartrite precoce periferica determina un tasso notevolmente elevato di remissione clinica sostenuta.
Più del 50% dei pazienti continua ad avere remissione della malattia dopo la sospensione della terapia, il che evidenzia una finestra definita di opportunità che consente l'induzione di una remissione senza farmaci. ( Xagena2018 )

Carron P et al, Arthritis & Rheumatology 2018; 70: 1769-1777

Reuma2018 Farma2018


Indietro