Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Efficacia e sicurezza di Filgotinib, un inibitore selettivo della Janus chinasi 1, nei pazienti con spondilite anchilosante attiva: studio TORTUGA


Al momento, i farmaci biologici antireumatici modificanti la malattia ( DMARD ) sono l'unico trattamento raccomandato per i pazienti con spondilite anchilosante che non hanno risposto al trattamento di prima linea con farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ).

TORTUGA ha studiato l'efficacia e la sicurezza di Filgotinib, un inibitore selettivo della Janus chinasi 1 ( JAK1 ) per il trattamento dei pazienti con spondilite anchilosante attiva.

In questo studio di fase 2 randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, sono stati arruolati pazienti adulti da 30 Centri in 7 Paesi ( Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia, Polonia, Spagna e Ucraina ).
I pazienti eleggibili avevano spondilite anchilosante attiva e una risposta inadeguata o intolleranza a due o più FANS.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Filgotinib 200 mg o placebo per via orale una volta al giorno per 12 settimane.
La randomizzazione è stata stratificata mediante l'uso attuale di DMARD sintetici convenzionali e il precedente utilizzo di una terapia anti-fattore di necrosi tumorale ( anti-TNF ).

L'endpoint primario era il cambiamento rispetto al basale nel punteggio di attività di malattia da spondilite anchilosante ( ASDAS ) alla settimana 12, che è stato valutato nel set completo di analisi, cioè in tutti i pazienti randomizzati che hanno ricevuto almeno una dose di farmaco in studio.
La sicurezza è stata valutata in base al trattamento effettivo ricevuto.

Tra il 2017 e il 2018, 116 pazienti sono stati assegnati a caso a Filgotinib ( n=58 ) o a placebo ( n=58 ).
55 pazienti ( 95% ) nel gruppo Filgotinib e 52 ( 90% ) nel gruppo placebo hanno completato lo studio; 3 ( 5% ) pazienti nel gruppo Filgotinib e 6 ( 10% ) nel gruppo placebo hanno interrotto il trattamento.

Il valore medio di ASDAS dal basale alla settimana 12 è stato -1.47 nel gruppo Filgotinib e -0.57 nel gruppo placebo, con una differenza media dei minimi quadrati tra i gruppi di -0.85 ( P minore di 0.0001 ).

Eventi avversi emergenti dal trattamento sono stati riportati in 18 pazienti in ciascun gruppo, il più comune è stata la nasofaringite ( in 2 pazienti nel gruppo Filgotinib e in 4 pazienti nel gruppo placebo ).
Gli eventi avversi emergenti dal trattamento hanno portato alla sospensione definitiva del trattamento in 2 pazienti ( un caso di polmonite di grado 3 nel gruppo Filgotinib e di alta creatinchinasi nel gruppo placebo ).

Nessun decesso è stato segnalato durante lo studio.

Filgotinib è efficace e sicuro per il trattamento dei pazienti con spondilite anchilosante attiva che non hanno risposto alla terapia farmacologica di prima linea con i FANS.
Sono necessarie ulteriori ricerche su Filgotinib per la spondilite anchilosante. ( Xagena2018 )

van der Heijde D et al, Lancet 2018; 392: 2378-2387

Reuma2018 Farma2018


Indietro