ACR-ARHP San Diego
Eular 2017
Reumatologia

Metotrexato e malattia polmonare nella artrite reumatoide


Il Metotrexato ha dimostrato efficacia nel trattamento di diverse malattie, in particolare l’artrite reumatoide.
Il Metotrexato è stato anche indicato come agente causale nella malattia polmonare interstiziale.
I pazienti con artrite reumatoide possono sviluppare manifestazioni polmonari della malattia e sono ad aumentato rischio di infezione delle vie respiratorie.

È stato valutato il rischio relativo ( RR ) di malattia polmonare tra i pazienti con artrite reumatoide trattati con Metotrexato.

Sono stati selezionati studi in doppio cieco, randomizzati, controllati, con Metotrexato rispetto a placebo o a comparatori attivi in adulti con artrite reumatoide.
Sono stati esclusi gli studi con meno di 100 soggetti o di una durata inferiore alle 24 settimane e sono state confrontate le differenze di rischio relativo.

I totale, 22 studi con 8.584 partecipanti hanno soddisfatto i criteri di inclusione.
L'eterogeneità tra gli studi non è risultata significativa ( I2=3% ), permettendo la combinazione dei risultati dello studio.

Il Metotrexato è risultato associato a un aumento del rischio di tutti gli eventi respiratori avversi ( RR=1.10 ) e delle infezioni respiratorie ( RR=1.11 ).

I pazienti trattati con Metotrexato non erano ad aumentato rischio di morte a causa di malattie polmonari ( RR=1.53 ) o eventi respiratori non-infettivi ( RR=1.02 ).

Una analisi per sottogruppi degli studi in cui la polmonite è stata descritta ha rivelato un aumento del rischio associato a Metotrexato ( RR=7.81 ).

In conclusione, lo studio ha dimostrato un piccolo ma significativo aumento del rischio di malattia polmonare nei pazienti con artrite reumatoide trattati con Metotrexato rispetto ad altri farmaci antireumatici modificanti la malattia ( DMARD ) e agli agenti biologici. ( Xagena2014 )

Conway R et al, Arthritis & Rheumatology 2014; 66: 803-812

Reuma2014 Pneumo2014 Farma2014


Indietro