Approcci Interdisciplinari in Reumatologi
Reumatologia
Eular 2017
ACR-ARHP San Diego

Ecografia carotidea utile per la stratificazione del rischio cardiovascolare nei pazienti con artrite reumatoide


Si è determinato se l'uso della ecografia carotidea possa migliorare la stratificazione del rischio cardiovascolare nei pazienti con artrite reumatoide.

È stata studiata una serie di 370 pazienti senza anamnesi di eventi cardiovascolari per valutare lo spessore dell’intima-media carotidea ( cIMT ) e la presenza di placche.
Il rischio cardiovascolare è stato calcolato secondo la valutazione sistematica modificata del rischio coronarico EULAR ( mSCORE ) per artrite reumatoide che è stata adattata per l'applicazione di un fattore moltiplicatore di 1.5 in quei pazienti che soddisfacevano almeno due criteri specifici su tre.

La durata media della malattia era di 9.8 anni, 250 pazienti ( 68% ) erano positivi per fattore reumatoide / peptide citrullinato anticiclico e 61 ( 17% ) hanno avuto manifestazioni extra-articolari.
43 soggetti sono stati esclusi perché avevano diabete mellito di tipo 2 o grave malattia renale cronica.
Il rischio cardiovascolare è stato classificato nei rimanenti 327 pazienti affetti da artrite reumatoide secondo mSCORE: rischio lieve ( 96 casi, 29.3% ), moderato ( 201, 61.5% ) e alto / molto alto ( 30, 9.2% ).
Solo 5 pazienti sono stati riclassificati con rischio cardiovascolare elevato / molto elevato quando è stato applicato mSCORE.

Gravi anomalie ecografiche delle carotidi ( cIMT maggiore di 0.90 mm e/o placche ) sono state infrequenti nei pazienti con basso mSCORE ( 13% ).
Tuttavia, nei pazienti con moderato mSCORE, sono state osservate gravi anomalie carotidee ecografiche nel 63% dei casi.

Un modello che ha incluso un mSCORE di rischio maggiore o uguale al 5% più la presenza di gravi reperti ecografici carotidei nei pazienti con mSCORE di rischio moderato ( maggiore o uguale a 1% e minore del 5% ) ha portato ad alta sensibilità per il rischio cardiovascolare elevato / molto elevato ( 93 ).

In conclusione, i risultati supportano l'uso della ecografia carotidea nella valutazione del rischio cardiovascolare dei pazienti con artrite reumatoide. ( Xagena2014 )

Corrales A et al, Ann Rheum Dis 2014;73:722-727

Reuma2014 Cardio2014



Indietro